Cistite

CISTITE: SINTOMATOLOGIA

 

Il Quadro Clinico si manifesta con sintomi irritativi quali:

  1. Stato di malessere;
  2. Dolore Sovrapubico o al basso intestino;
  3. Dolore durante l’atto sessuale, con conseguente calo del desiderio sessuale;
  4. Nicturia;
  5. Minzioni imperiose;
  6. Bruciore minzionale;
  7. Disuria, desiderio di svuotare spesso la vescica, anche se la minzione risulta dolorosa e scarsa di quantità;
  8. Urine spesso leggermente più scure, presenza di microematuria (sangue nelle urine);
  9. Urine spesso maleodoranti.

A causare una Cistite batterica, nelle donne giovani, sono agenti eziologici, con profili di sensibilità agli antimicrobici:

  1. Escherichia Coli (80%) ;
  2. S. Saprophyticus (5 – 15 %) ;
  3. Klebsiella (10 – 15 %) ;
  4. Proteus Mirabilis ed altri microrganismi intestinali.

Come si può notare il batterio maggiormente responsabile delle cistiti batteriche risulta Escherichia coli denominato “il super-mutante. Conosciamolo un po’. 

Questo batterio è dotato di una grande capacità di sopravvivenza nel corpo umano ed è capace di mutare rapidamente in modo tale di resistere alle terapie antibiotiche per un certo periodo di tempo.

L’Escherichia coli può sopravvivere in ambiente acido, si moltiplica a grande velocità e si adatta a qualsiasi ambiente. Si tratta di uno dei patogeni più pericolosi con cui vivere. È rivestito da micro-ciglia costituite da lectine che si legano al mannosio presente sulla mucosa vescicale e del tratto urinario.

Nelle donne con sintomi atipici o con reperti inaspettati, è importante escludere altre cause di disuria, che possono essere vaginiti, disturbi uretrali e uretriti sessualmente trasmesse.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi