Sintomi

Introduzione alla Cistite

Parleremo ora di Cistite (sviluppo di batteri nella Vescica, con relativa Infezione)

La Cistite Batterica acuta e’ una malattia comune nel Sesso Femminile : circa il 25 – 30 %, delle donne tra i 20 ed i 50 anni, riferisce all’atto della Visita, storia di Infezione delle vie Urinarie. Le persone che hanno avuto un episodio acuto di cistite conoscono i sintomi dolorosi e soprattutto le conseguenze che tale sintomatologia puo’ comportare nella vita quotidiana e sulla vita sessuale. Non la possiamo considerare come una Malattia singola, ma come un insieme di malattie.  Infatti da una parte troviamo, le Donne affette, da Infezioni isolate o poco frequenti, dall’altra, Donne con  Infezioni ricorrenti ed intollerabilmente recidivanti.

Questa patologia puo’ provocare anche serie complicanze infettive a livello renale e problemi non indifferenti a livello vescicale oppure presentare coesistenza con la CANDIDA ALBICANS, insorta dopo terapia antibiotica a dimostrazione di un calo delle difese immunitarie e di alterazioni metaboliche.

Le Infezioni Vescicali Croniche, possono essere anche cause predisponenti per il Tumore Vescicale, oggi 4° causa di Morte al Mondo.

Le CISTITI possono essere di vario tipo ( VEDERE FOTO ALLEGATE ) :

  1. Cistite Bollosa o Polipoide: caratteristica per  la  presenza di edema infiammatorio che solleva la mucosa vescicale, condizione patologica che potrebbe interessare una infezione ad organi adiacenti.
  2. Cistite ulcerativa ed emorragica : rappresentano entrambi una condizione patologica di infezione massiva.
  3. Cistite  ghiandolare : delle vescicole a contenuto liquido, chiaro o torbido, ricoprono la  parete vescicale.
  4. Cistite cistica : quando le vescicole di cui sopra presentano delle dimensioni grandi. In questo caso dalla patologia potrebbero essere interessati entrambi gli URETERI ed i RENI.
  5. Cistite interstiziale cronica o ulcera di Hummer : rappresentata da una infiammazione cronica  di tutti gli strati della parete vescicale. Questo tipo di cistite si sviluppa maggiormente nel sesso femminile e se non trattata correttamente e tempestivamente puo’ portare ad una grave e progressiva diminuzione della capacita’ vescicale.

    L’insorgenza della cistite risulta maggiore nelle Ragazze e nelle Donne, a causa della loro conformita’ anatomica, uretra molto piu’ breve, rispetto a quella dell’uomo e la sua vicinanza, con l’orefizio anale. Infatti l’infezione normalmente ascende dall’Uretra in Vescica.

    Una Batteriuria iniziale deriva, principalmente e solitamente, dalla risalita di flora fecale, lungo l’Uretra, sino alla Vescica.

    Nelle Donne, la colonizzazione della mucosa del vestibolo Vaginale e’ una tappa  fondamentale nella patogenesi delle Infezioni Urinarie.

Questo modello di Infezione Ascendente delle basse Vie Urinarie, e’ favorito da :

  1. fattori predisponenti l’immissione involontaria di materiale fecale nel meato uretrale (contaminazione fecale del perineo);
  2. da incompleto svuotamento Vescicale, stasi Urinaria (sclerosi del collo  vescicale – cistocele – prolasso vescicale – cervico-trigonite – vescica neurologica

Ipertrofia Prostatica, nell’uomo:

  1.  da strumenti iatrogeni che superano le linee funzionali di difesa contro  i germi (cateterismo intermittente o a permanenza).

La Cistite comunque puo’ dare un interessamento anche delle alte Vie Urinarie ( RENI ), provocando una Pielonefrite, causata da :

  1. da alterazioni funzionali della giunzione uretero-vescicale, dovuti a disturbi dello sviluppo (reflusso vescico-ureterale);
  2. da reflusso vescico-ureterale transitorio associato ad edema tessutale da Cistite batterica.

Le altre Vie di invasione del parenchima, la Linfatica e l’Ematogena, nel soggetto normale, non sono comuni.  Infatti la disseminazione Linfatica, potra’ avvenire solo in casi di Infezioni Intestinali importanti, mentre quella Ematogena, si potra’ avere in pazienti con batteriemia causata da Staf. Aureus o da fungemia da Candida.

Le Infezioni Urinarie, predisponenti le Cistiti batteriche, si possono dividere in 4 categorie :

  1. INFEZIONI ISOLATE,  si manifestano nel 30 – 40 % delle Donne, tra i 27 ed i 42 anni di eta’. Rappresentano il primo episodio di Infezione Urinaria o le Infezioni, che si ripresentano dopo un intervallo di almeno 6 mesi.
  2. INFEZIONI NON RISOLTE,  quando il trattamento farmacologico non e’ riuscito nella sterilizzazione delle Urine.
  3. LE REINFEZIONI,  sono  quelle che rappresentano il 90% delle Infezioni Urinarie Recidivanti.
  4. INFEZIONI PERSISTENTI, quando si verifica una recidiva dell’Infezione Urinaria, causata dallo stesso microrganismo infettante, a partenza da un focolaio,  che trovasi all’interno delle vie urinarie.

    Questa Patologia e’ molto frequente anche nelle Donne in Gravidanza e nelle persone Anziane.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi